Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterPrint this pageEmail this to someone

foto 1Un convegno organizzato da Confesercenti Pistoia che ha aperto la strada a concreti sviluppi del commercio con la nuova legge regionale e la nascita del CCN 2.0

Si è tenuto ieri, lunedì 6 giugno, presso lo splendido contesto del “Pistoia Nursery Campus” di Vannucci Piante il convegno organizzato da Confesercenti Toscana in collaborazione con Confesercenti Pistoia e Prato nell’ambito del progetto “Open Imprese”, il ciclo di incontri dedicato alla piccola e media impresa su varie tematiche del commercio.

Il tema di questo secondo appuntamento di Open Imprese si è focalizzato sulla nuova legge regionale del commercio, sulle esperienze dei Centri Commerciali Naturali della Provincia di Pistoia e sul nuovo modello di Campi Bisenzio “Sistema di Gestione Urbana”.

Dopo una presentazione dei Presidente di Confesercenti Pistoia Maurizio Innocenti e di Confesercenti Prato Mauro Lassi, si è aperto il convegno, con moderatore Stefano Giachetti direzione Istituzionale Confesercenti Pistoia, con una carrellata di interventi mirati e concreti sul commercio e i suoi futuri sviluppi visto da varie prospettive: associazione di categoria, i comuni, la Regione e i commercianti che rappresentano i CCN.

Il Presidente di Confesercenti Toscana Nico Gronchi ha posto la sua attenzione sull’evoluzione dei Centri Commerciali Naturali sul territorio regionale in aggregazioni che sempre di più dovranno aprirsi verso gli enti pubblici di riferimento, la cittadinanza e tutte le categorie economiche per lavorare insieme alla riqualificazione delle città.

Un esempio di questo nuovo modello di CCN 2.0, è stato descritto nel dettaglio da Luca Bartolesi di Confesercenti Firenze, che ha spiegato come per la prima volta in Toscana nascerà il CCN 2.0 seguendo l’esempio anglosassone. Questa nuova esperienza, che nascerà a Campi Bisenzio sotto il nome di Sistema di Gestione Urbana, riunirà con un protocollo di intesa commercianti, Comune, cittadini e associazioni.

Le esperienze pistoiesi, quali il Consorzio dei Centri Commerciali Naturali della Provincia di Pistoia rappresentato da Leonardo Bolognini, imprenditore consigliere del CCN di Serravalle Pistoiese, CCN di Montecatini Terme con il presidente Claudio Chimenti e il CCN di Pistoia rappresentato da Alessandro Olmi, hanno messo in luce la crescente necessità dei CCN di assumere un ruolo importante sui temi legati alla viabilità, alla sicurezza, all’arredo urbano, all’accessibilità ed ai parcheggi.

L’assessore al commercio del Comune di Pistoia Tina Nuti ha dimostrato apertura verso queste nuove forme di dialogo tra ente pubblico e commercio, ritenendo questa sinergia la direzione migliore per mantenere quelle forme di equilibrio, tanto importanti tra le varie categorie economiche.

Sono state determinanti le partecipazioni al convegno dei rappresentati della Regione toscana: Raffaele Mannelli, Responsabile per la Regione toscana della qualificazione del sistema distributivo, Silvana Panetta, Responsibile del settore commercio e Stefano Ciuoffo, assessore al commercio. Con la nuova legge regionale sul commercio e con il lavoro, avviato già da anni, sui Centri Commerciali Naturali, l’obiettivo della Regione è il mantenimento di un’attenzione particolare alle piccole e medie imprese che fanno vivere i caratteristici borghi e le città toscane, mete e  attrazioni di molti turisti.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterPrint this pageEmail this to someone