Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterPrint this pageEmail this to someone

Dopo aver smentito, o sviato, alla fine Rocco Commisso ha ammesso: l’incontro con Vincenzo Montella avverrà entro questo fine settimana a New York. La settimana succesiva tornerà a Firenze: dove lunedì 24 giugno assisterà alla finale del Calcio storico, in Santa Croce. Intanto, il neo proprietario della Fiorentina, prima di scegliere altri eventuali allenatori, vuole parlare con il tecnico sotto contratto fino al 2021. In vacanza in India da cui rientrerà nelle prossime ore, Montella non si è ancora confrontato con il magnate italo-americano. E nella Grande Mela, oltre ad una cena organizzata per venerdì dal viola club New York cui sono invitati Commisso, il braccio destro Joe Barone e lo stesso Montella, si terrà l’atteso confronto.

Conferma o addio? In quest’ultimo caso riprenderebbero quota le candidature di Spalletti e Gattuso. Al momento però sono alte le possibilità che il tecnico campano resti alla guida dei viola. Il tutto in attesa dell’ufficialità del ritorno in Fiorentina di Daniele Pradè come direttore sportivo. I due hanno già lavorato a Firenze dal 2012 al 2015 con risultati lusinghieri: tre quarti posti, una semifinale di Europa League, una finale e una semifinale di Coppa Italia. Possibile poi pure il ritorno di Batistuta: «Se davvero fosse così ne sarei lusingato e felice – ha detto a Lady Radio l’ex bomber viola – Tutti sanno cosa rappresentano per me Firenze e questa maglia. Ho visto un entusiasmo straordinario per l’arrivo del presidente Commisso credo che stia per cominciare una bellissima avventura per la nuova società viola». E dopo l’anticipazione dei giorni scorsi è ufficiale la partecipazione della Fiorentina al posto della Roma nella International Champions Cup 2019 in cui affronterà Arsenal, Benfica e Chivas Guadalajara dal 17 al 25 luglio.

Ernesto Giusti

Fonte: www.tweetimprese.com

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterPrint this pageEmail this to someone