Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterPrint this pageEmail this to someone

Con il Messaggio numero 2652 /2019 l’INPS ha dato il via al servizio di assistenza fiscale ai contribuenti per la verifica dei conguagli fiscali risultanti dal modello 730/4 in cui è stato indicato l’Istituto come sostituto d’imposta.

La verifica delle risultanze contabili inviate all’INPS dal soggetto che ha gestito la dichiarazione ed i relativi esiti, possono essere verificati accedendo ad sito INPS e avvalendosi del servizio “Assistenza fiscale (730/4): servizi al cittadino”. Qui i contribuenti possono consultare i seguenti dati:

avvenuta ricezione da parte dell’Istituto delle risultanze contabili, con il dettaglio dei relativi importi, nonché la denominazione del soggetto che ha effettuato l’invio;
conferma che i conguagli relativi alle risultanze contabili verranno effettuati sulle prestazioni istituzionali;
diniego, con conseguente restituzione della dichiarazione 730/4, nei casi in cui non sussista il rapporto di sostituzione;
trattenute o rimborsi effettuati mensilmente sulle prestazioni erogate dall’INPS, in applicazione delle risultanze del modello 730/4.

Rimborsi IRPEF da 730 anche oltre scadenza
Dal 15 luglio 2019, il servizio consentirà ai contribuenti inoltre di effettuare online la richiesta di annullamento e/o di variazione della seconda rata d’acconto IRPEF o Cedolare Secca entro il 30 settembre 2019, termine attualmente previsto dalla normativa vigente.

Nel messaggio l’Istituto ricorda che le risultanze contabili vengono inviare all’Istituto direttamente dai seguenti soggetti, che gestiscono le dichiarazioni:

Agenzia delle Entrate, nel caso di utilizzo di dichiarazione precompilata;
CAF, associazioni o professionisti abilitati, in caso di presentazione del modello cartaceo ad intermediario

Fonte: www.tweetimprese.com

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterPrint this pageEmail this to someone