Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterPrint this pageEmail this to someone

AGIPRESS – Fornire alle aziende gli strumenti e le conoscenze necessari per competere alla pari con le aziende digital native, di comprendere le potenzialità della tecnologia e le applicazioni pratiche dell’AI, e di partecipare attivamente alla corsa all’innovazione. Questa la missione dell’Augmented Intelligence Foundation, un’iniziativa non-profit promossa dall’azienda di intelligenza artificiale iGenius.  “La tecnologia si muove velocemente e i progetti di AI possono fare la differenza”, ha dichiarato in una nota Uljan Sharka, Founder e CEO di iGenius. Le aziende tuttavia non si muovono tutte alla stessa velocità. L’enterprise AI – l’intelligenza artificiale applicata alle imprese – è un tema ancora nuovo, e le decisioni su dove concentrare gli investimenti, e soprattutto sulle applicazioni concrete dell’intelligenza artificiale, sono tutt’altro che universalmente valide, e devono essere valutate caso per caso.”

L’AI è una priorità per le aziende, che stanno accelerando il passo degli investimenti. Uno studio del 2019 su aziende Fortune 1000 stilato dall’azienda americana di consulenza New Vantage Partners rivela che quasi il 92% delle aziende intervistate sta aumentando gli investimenti relativi ai big data e all’intelligenza artificiale. La motivazione più frequente per giustificare gli investimenti, secondo lo studio di New Vantage Partners, è la “paura” di rimanere indietro rispetto ai competitori più digitalizzati e data-driven. “Gli investimenti in progetti di AI, per quanto importanti, non si traducono automaticamente in un vantaggio competitivo per le imprese nel contesto della corsa all’innovazione,” ha aggiunto Sharka. “Partire dall’idea di voler applicare l’AI a un’azienda è l’approccio sbagliato: è necessario cominciare dal capire quali sono i problemi e i casi d’uso specifici, per poi arrivare a una decisione su dove l’AI può essere d’aiuto, e come.”

 

Fonte: www.tweetimprese.com

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterPrint this pageEmail this to someone