Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterPrint this pageEmail this to someone

«C’è stata la richiesta da parte italiana di un codice di regolamentazione delle imbarcazioni di tipo privato che vanno nelle acque del Mediterraneo ma non per mettere in discussione il salvataggio delle vite umane, che rimane prioritario, ma perché ci siano delle regole per la sicurezza della nave e per la sicurezza, non soltanto dei migranti che vengono raccolte nelle acque, ma anche dello stesso equipaggio. E’ stato posto anche il problema, nel caso di navi con bandiere di altri Stati, di una responsabilizzazione dei paesi di cui viene esposta la bandiera e su questi temi ci sarà un confronto con gli Stati che erano presenti e che hanno dimostrato sensibilità». Lo ha detto il ministro dell’Interno Luciana Lamorgese a Bruxelles al termine del Consiglio europeo Giustizia e Affari Interni.

Fonte: www.tweetimprese.com

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterPrint this pageEmail this to someone