Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterPrint this pageEmail this to someone

C’era molta attesa per quello che sarebbe successo nelle principali città nel primo sabato libero dal lockdown, molti temevano, a ragione, visti i primi risultati, un’invasione da parte dei giovani e dei meno giovani per riprendere, dopo qualche mese di astinenza, l’abitudine dello spritz e degli aperitivi o birra bevuti insieme. Il programma di Rete 4 «Stasera Italia weekend speciale» ha inviato i propri giornalisti in tre città, Milano, Roma e Firenze.

A Milano, zona navigli, c’erano molte persone, ma meno del orevisto, considerato il diluvio che stava colpendo la città lombarda. A Roma si notavano assembramenti, gente senza mascherine e senza rispetto delle ditanze di sicurezza, tanto che la volonterosa troupe tv che voleva riprendere la scena è stata aggredita da gruppi di persone che volevao difendere la loro privacy, sostanzialmente non volevano essere ripresi mentre non rispettavano le regole. Un segno evidente su come, in alcuni casi, sia molto mal riposta la fiducia nel senso civico del popolo italico.

Abbiamo invece fotografato, dalle immagini di Rete 4, le scene riprese in Piazza Santo Spirito, invasa da giovani e meno giovani, alcuni senza mascherine, altri che non rispettavano la distanza di sicurezza, ma con alcuni locali che avevano ben organizzato la distribuzione del pubblico in tavoliesterni, con posizionamento che costringeva quasi al rispetto delle regole. Tutt’altra cosa rispetto alla situazione di Roma.

Anche se non sono stati evidenziati particolari attività di controllo, le telecamere hanno ripreso due vigili urbani in mezzo alla Piazza, che cercavano d’invitare le persone al rispetto delle regole. Si è puntato, in questa prima sera, più al richiamo verso chi non si comportava inmodo adeguato che sulla repressione delle infrazioni. Questa prima esperienza sarà utile anche in vista del bis di domani, Domenica 24 maggio.

Fonte: www.tweetimprese.com

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterPrint this pageEmail this to someone