Fondazione Sviluppo Urbano

La “Fondazione Sviluppo Urbano” nasce dalla volontà di Confesercenti Firenze di costituire un nuovo soggetto che abbia l’obiettivo di sostenere e valorizzare la piccola e media impresa diffusa del commercio, del turismo, del terziario, dell’enogastronomia, nei processi di trasformazione urbana, nella promozione e riqualificazione economica, culturale e sociale delle città e dei centri urbani.

 

fsu

 

La “Fondazione Sviluppo Urbano” non ha fini di lucro, ma esclusivamente di promozione economica, culturale e sociale del tessuto della piccola e media impresa, del lavoro autonomo e del lavoro in genere, dello stretto legale con il territorio della Regione Toscana e della Città Metropolitana di Firenze, attraverso la realizzazione ed il sostegno, di progetti integrati per lo sviluppo urbano, economico, culturale e sociale. Inoltre la Fondazione si pone di promuovere, sostenere e coordinare le aggregazioni di imprese, la realizzazione di attività di valorizzazione delle varie filiere dei settori economici, con particolare riferimento a quella enogastronomica. Si tratta di uno strumento che fornisce analisi e approfondimenti sulle evoluzioni del nostro territorio, darà indirizzi ed elaborerà proposte concrete, attuerà progetti e iniziative per consentire il protagonismo dell’impresa diffusa nei processi di evoluzione urbana.

Mission generale

La Fondazione ha come mission generale lo stimolo, la proposta e la realizzazione di progetti concreti di evoluzione del tessuto urbano, mettendo al centro le attività economiche come motore di sviluppo e rigenerazione delle città e dei centri storici. Le grandi trasformazioni economiche e sociali, istituzionali e politiche di questi anni, ma anche le profonde modificazioni delle abitudini di acquisto, dei flussi turistici e uso delle città, unite ai temi dell’urbanistica e della trasformazione di zone e quartieri, sono il contesto nel quale la Fondazione cercherà di fornire una nuova visione per coniugare cultura e socialità con economia e commercio.

Attorno al rilancio del centro storico e più in generale dei centri urbani, si concentrano attenzioni crescenti, con più obiettivi:

  • possibilità di impiegare la leva del commercio per salvaguardare e riqualificare tale area, favorendo le interazioni fra le attività di impresa che in quel contesto operano (commercio, turismo, artigianato, servizi, e così via), con il fine di sviluppare una politica attiva di rilancio;
  • possibilità di partire da tale rilancio per avviare una serie di iniziative integrate, da affinare progressivamente, riconducibili ad un progetto di marketing territoriale che comprenda la promozione di eventi e manifestazioni, politiche di visual merchandising urbano e la gestione coordinata attraverso un soggetto riconosciuto;
  • l’avvio di una fase di condivisione attorno alla attuazione di progetti trasversali, finalizzati ad una riqualificazione sociale, economica, urbanistica ed ambientale.
  • ”marketing territoriale”, con misure di qualificazione economica ed ambientale delle attività commerciali, artigianali, di servizio, ricettive site nei centri storici in un’ottica di marketing urbano e politiche d’arredo urbano e regolazione dei flussi (parcheggi, viabilità).
  • rilancio della funzione di aggregazione sociale, puntando principalmente sul commercio (aggregante – attrattore) nei centri storici per coniugare politiche di valorizzazione anche diverse.

Puntare sul rilancio dei centri storici appare importante per più motivi:
la ricchezza di tali ambiti costituisce un punto di forza per la competitività delle piccole imprese che ivi operano; al tempo stesso, la presenza di un tessuto commerciale specializzato e ben organizzato è importante fattore per la vitalità delle aree centrali sia per la vivibilità della popolazione che per una adeguata attrattività in senso lato, non solo turistica.

E’ assodato che il commercio garantisce una fondamentale capacità di aggregazione e può offrire un enorme contributo all’equilibrio funzionale delle diverse aree urbane. Inoltre, da sempre è proprio il centro storico ad aver tradizionalmente svolto il ruolo di aggregazione sociale e di  identificazione. Oggi si sente la necessità di operare con “azioni positive”, prestando grande attenzione ad una politica “attiva”, anche a mezzo del recupero e ripristino di specifici aspetti edilizi, urbanistici, commerciali e culturali.

In sintesi l’obiettivo generale si può ricondurre alla realizzazione di uno o più strumenti innovativi, flessibili ed efficaci nell’innescare processi di sviluppo e sostenibilità urbana, coinvolgendo in maniera attiva soggetti diversi ma legati dall’operare in quel dato territorio.

Organi

Componenti consiglio di amministrazione

Nico Gronchi Presidente
Christian Domizio Consigliere
Cristina Pagani Consigliere
Ilaria Scarselli Consigliere
Raffaele Viggiani Consigliere

Componenti il collegio dei revisori dei conti

Rag. Tiziana Di Carlo Presidente del Collegio
Dott.ssa Ivana Baronti Sindaco Effettivo
Rag. Daniele Calamini Sindaco Effettivo
Rag. Fabio Bartolini Sindaco  Supplente

Sede legale e operativa

Piazza Pier Vettori 8/9/10 – 50143 Firenze
Tel. 055.2705202 – Fax 055.2705258
segreteria@fondazionesviluppourbano.itwww.fondazionesviluppourbano.it

Iscritta al n. 929 del Registro delle Persone Giuridiche Private della Regione Toscana
Codice Fiscale: 94239960480

Patrocini